Post

Recensione "Il Cavaliere D'Inverno"

"Il Cavaliere d'inverno" o meglio, "Il Cavaliere di Bronzo" , è stato la mia prima fonte di calore nel mese più freddo dell'anno, Gennaio.
La mia è stata una vera e propria lettura in simbiosi, una di quelle letture che come si suol dire ti tengono incollata alle pagine.  In questi casi leggere diviene vera e propria linfa vitale, nutrimento per mente, anima e corpo.
Ed ecco che, nel momento in cui gli impegni quotidiani ci richiamano insistentemente alla realtà, inizia a scorrere il cronometro, che determina il tempo d'attesa tra ciò che è dovere e il piacere del ricongiungimento letterario. In ogni momento della giornata fremevo dalla voglia di rituffarmi in questa narrazione, dal sapore dolce/amaro, così drammatica e struggente ma al contempo meravigliosa e saziante. 
Provo una certa difficoltà infatti nel definire a parole questo romanzo, poiché considero indefinibile la potenza di ciò che esso rappresenta.
Và dritto al cuore e proprio per questo motivo, …

Videogiochi da quarantena

Buonsalve a tutti ragazzi e bentornati sul blog di lunaticasbooks! Come state? Spero tutto bene.
Con questa quarantena molte persone non sanno cosa fare tutto il giorno chiusi in casa, sono qui per dare una mano nel mio piccolo.
I videogiochi sono un ottimo passatempo da sempre, ed oggi vi elenco 5 giochi (+1) che possono giocare davvero tutti, anche chi, con i videogiochi, ha poco a che fare!
5. Peggle (27/02/2007 Console, Mobile e PC)Molti potrebbero definirlo semplicemente "giochino", ma vi garantisco che è un ottimo passatempo. Sviluppato da PopCap Games e rilasciato nel febbraio del 2007, lo scopo del gioco è colpire il maggior numero di "tondini" lanciando una palla dall'alto dello schermo: per totalizzare un punteggio maggiore vanno colpiti dei tondini speciali, che appaiono colorati di arancione. A seconda della modalità, colpire almeno un tondino arancione o meno è determinante per decretare la vittoria o la sconfitta. Un gioco davvero per tutta la famigl…

Recensione "I am not okay with this"

Ciao a tutti ragazzi e bentornati sul blog di Lunaticasbooks, io sono Mr AlPo e oggi andremo a recensire la nuova serie targata Netflix con protagonisti Sophia Lillis e Wyatt Oleff (IT 2019). 
Tratta dal romanzo grafico di Charles Forman, già autore di The end of the F***ing world, anch'esso romanzo grafico. Per la regia di Johnathan Entwistle ("The end of the f***ing world" la serie) è dai produttori di Stranger Things.
Facciamo un po' di trama,
Sydney, una ragazza di 17 anni che deve affrontare i classici problemi di qusi tutti gli adolescenti, lo studio la famiglia e la scoperta del sesso. Tuttavia, Sydney deve fare i conti anche con degli strani poteri che sta cominciando a manifestare, i quali sembrano esplodere come reazione alle sue emozioni più forti.
Ragazzi che dire, parto dal presupposto che la serie mi è piaciuta davvero tanto, la mano del regista si vede tantissimo, e insomma se vi è piaciuto The end of the fucking world vi potrebbe piacere anche questo, anc…

Recensione "Layla"

Nel normale scorrere delle giornate di cinque ragazzi del liceo, tra passioni, aspirazioni e  i naturali intoppi del diventare adulti, si insinua, silenzioso e lento come un serpente che muove in una notte senza luna, la realtà, fatta di misteri e accadimenti inspiegabili, che da migliaia di anni accompagna, discreta e presente, l'esistenza di Partenope e della città di Napoli
Iniziando questo romanzo, ho ritrovato una storia travolgente che non mi aspettavo per niente. La lettura del romanzo è stata una delle più scorrevoli che io abbia mai affrontato, ed infatti ho portato a termine quasi quattrocento pagine in pochi giorni. La scorrevolezza è stata aiutata soprattutto dai capitoli, che seppur molto brevi sono carichi di intensità.

L'autore, ci porta inizialemnte nella normale quotidianità adolescenziale, con tutti i problemi e le complicazioniche seguono, e i protagonisti principali vengono presentati in una maniera perfetta. Però per il padre di Layla e per il personaggio di …

Recensione "Quanti giorni servono all'amore"

Tra mestoli, ricette e fiori di pesco, la vita stabile e perfettamente organizzata di Anna procede alla grande e senza intoppi. Ma la calma apparente è spezzata dall'arrivo di Marco, il nuovo sous-chef arrogante e imprevedibile che suo padre ha assunto senza prima consultarla. Come un'ondata d'aria fresca, Marco scombussolerà le regole della cucina ma anche quelle del cuore di Anna. Insieme capiranno che un colpo di fulmine non basta poter stare insieme, e tra gelosie, inganni, e cuori mal ridotti, dovranno affrontare le sfide più dure che il destino gli scaglierà contro.
Ma quanti giorni servono all'amore prima che possa trionfare?E quanti colpi riuscirà a schivare un cuore malridotto prima di essere buttato al tappeto?    Quanti giorni servono all’amore, scritto da Roberta Marziota, è un romanzo rosa che saprà sorprendervi e tenervi buona compagnia per un paio di pomeriggi... Sì, perchè - spoiler alert- è impossibile non leggerlo tutto d’un fiato!

Per il turno della ta…

Recensione "La mia croce è ad Hammamet"

Forse un uomo, forse un ragazzo, forse un bambino. In una cella, in compagnia solo di alcuni libri. Forse sogna, forse ricorda, forse immagina completamente la vita di un ragazzino, figlio di una donna francese e di un arabo che non ha mai conosciuto, ripercorrendo con lui i cammini della sua esistenza, tra Hammamet, e la Francia tra gli anni '20 e gli anni '40. Insieme scopriranno la vita, la morte, il Dio del Libro, il Dio del Verbo. Insieme scopriranno di non essere solamente ciò che è visibile.

Iniziando questa mia ultima lettura a fine dicembre, non avrei mai pensato di metterci così tanto, e alla fine così poco, per terminarla. Posso dire di non averla trovata affatto pesante, ma fra un impegno e l'altro, circa una settimana fa non avevo neanche toccato la metà della storia.
Con la mente libera e la voglia di continuare il romanzo, mi sono sentita così coinvolta da finirlo in poco meno di due giorni. Anche se la lettura della prima parte è durata molto di più, ammetto…

Recensione "Il Pianto di Va-Ril"

È da pochi secoli che la razza umana abita la Terra.
La Scelta, genitrice di ogni cosa vivente, fin da quando creò l'uomo gli concesse una naturale immortalità. Ciononostante la madre del piccolo Va-Ril muore poco dopo averlo messo al mondo. L'orfano, monito di morte, cresce tra il timore e la paura popolare nei suoi confronti, finché non incontra la bella e coraggiosa Za-Ròl sul suo cammino.
I due costruiscono famiglia sopravvivendo a tutto il rancore e il timore che il popolo della loro isola prova nei confronti dello strano Va-Ril.
Orn, la Donna-Albero che nutre tutte le genti del mondo (che fa da tramite tra gli uomini e la Scelta) comincia a temere per il destino di quel suo popolo, perché un male senza nome cresce nel Creato.
Va-Ril, brandito da un senso di gratitudine assoluto, sceglie di aiutarla, ma non sa ancora quanto gli costerà questa decisione...


Il Pianto di Va-Ril è un romanzo che con uno stile di scrittura semplice e scorrevole ci riporta all'inizio dei s…